Lucio Gregoretti

Lucio Gregoretti (Roma, 1961), ha composto opere di teatro musicale commissionate e rappresentate da varie istituzioni tra cui il Teatro Massimo di Palermo, il Teatro dell’Opera di Roma, il Teatro Gaetano Donizetti di Bergamo, il Theater Münster in Germania; mentre la sua musica da concerto è stata commissionata ed eseguita da istituzioni come l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma,  l’Istituzione Sinfonica Abruzzese, l’Accademia Filarmonica Romana e vari ensemble tra cui Alter ego, Sentieri selvaggi, Music from Copland House.

Ha composto inoltre molta musica di scena e colonne sonore per circa un centinaio di produzioni. Dal 2000 collaborando per più di dieci anni e in maniera continuativa e assidua con la regista Lina Wertmüller per la quale ha composto musica per tre film, quattro commedie musicali e vari spettacoli teatrali, con attori come Sofia Loren, Giancarlo Giannini, F. Murray Abraham. In seguito ha composto colonne sonore per film dei registi Pupi Avati (2013, 2016, 2020), Margarethe von Trotta (2012), Carlo Lizzani (2011).

Ha ottenuto diverse borse di studio e residenze presso varie istituzioni tra cui la  Sacatar Foundation in Brasile, le Künstlerhäuser Worpswede e il Künstlerdorf Schöppingen in Germania, The MacDowell Colony e la Aaron Copland House negli USA. È socio della European Film Academy, nel 2013 ha cominciato a insegnare composizione in vari conservatori italiani, e dal 2015 è presidente dell’Associazione Nuova Consonanza di Roma.

Ha studiato al conservatorio “Santa Cecilia” di Roma dove è stato allievo di Bruno Cagli per la storia della musica e si è diplomato in composizione con Mauro Bortolotti, ha frequentato i seminari di Luciano Berio e di Ennio Morricone all’Accademia Chigiana di Siena e ha studiato direzione d’orchestra con Piero Bellugi e Franco Ferrara.

Tra le attività recenti: l’opera Il colore del sole dal romanzo omonimo di Andrea Camilleri ha debuttato nel 2017 al Festival Pergolesi Spontini di Jesi, ha inaugurato la stagione lirica 2017/2018 del Teatro Comunale “Luciano Pavarotti” di Modena ed era programmata nel 2019/20 in vari teatri italiani; mentre una nuova produzione dell’opera Flüchtling è andata in scena al Landestheater di Salisburgo nei mesi di maggio e giugno 2018 con la compagnia di canto del teatro, il Kinderchor dei Salzburger Festspiele e l’orchestra del Mozarteum; la colonna sonora composta per il film Lei mi parla ancora (2021) di Pupi Avati ha riscosso e continua a riscuotere particolare attenzione da parte del pubblico e della critica specializzata.

 

PUBBLICAZIONI CON SCONFINARTE:

 

L’ACQUA ERA BUIA ASSAI (2020) per quartetto d’archi
Organico: 2 Vl, Vla, Vc

IN PUBBLICAZIONE